Home Page Eventi
Image alt

Eventi

Per favorire un'adeguata conoscenza dei temi legati alla tutela dei diritti dell'infanzia e promuoverne la difesa, Telefono Arcobaleno realizza meeting, convegni, tavole rotonde, giornate di studio ed eventi di sensibilizzazione rivolti a diverse realtà sociali, scientifiche e istituzionali.
Tali eventi sono organizzati su iniziativa di Telefono Arcobaleno o su richiesta degli stakeholders interessati e favoriscono la costruzione di relazioni importanti tra Telefono Arcobaleno e stakeholder pubblici e privati che ne condividono la missione.

Image alt

19 giugno 2014: Tavola Rotonda sul tema della inquietante presenza delle inserzioni pubblicitarie all'interno dei siti pedofili.

In considerazione della presenza sempre più assidua e frequente di inserzioni pubblicitarie delle più rinomate aziende all'interno dei siti pedofili, Telefono Arcobaleno riunisce il 19 giugno 2014 i principali esperti in materia di computer forensics per fare un focus sulla problematica e sviscerarne le molteplici implicazioni di carattere sociale, culturale, tecnologico, civilistico e penalistico. Presenti alla "Tavola Rotonda" giuristi, informatici, accademici e rappresentanti delle forze dell'ordine di Italia, Svizzera e USA.

Image alt

8 novembre 2013: Giornata di studio "L'abuso infantile e la professione infermieristica"

Corso di aggiornamento professionale organizzato da Telefono Arcobaleno su richiesta del Collegio IPASVI di una provincia toscana finalizzato alla formazione degli infermieri professionali dell'intero territorio. Sulla base della considerazione che ogni professionista del settore sanitario possa entrare in contatto diretto o indiretto con la tematica dell'abuso infantile e con i diversi specialisti del settore, Telefono Arcobaleno accoglie ogni richiesta di aggiornamento da parte di chi, a vario titolo, lavora in contesti di pronto intervento, diagnosi e presa in carico dei casi di maltrattamento infantile.

Image alt

14 dicembre 2012: Giornata di studio "Il professionista dell'area psico-sociale e la complessità dei percorsi clinici e giudiziari"

Telefono Arcobaleno, alla luce di una pluriennale esperienza nell'ambito della formazione sul tema dei maltrattamenti infantili, organizza giornate di studio rivolte ai professionisti dell'area socio-sanitaria che desiderano affinare le competenze su aspetti specifici dell'abuso infantile. Il 14 dicembre 2012, ad esempio, Telefono Arcobaleno risponde all'esigenza dei professionisti dell'A.U.S.L. di una provincia toscana di approfondire specifiche tematiche: l'autore di abuso sessuale - Manifestazioni cliniche e possibilità terapeutiche; Indagini investigative difensive e richiesta di documentazione alle Pubbliche amministrazioni, enti locali e enti pubblici.

Image alt

17 novembre 2012: Giornata di studio "L'abuso infantile e il ruolo del medico nel contesto clinico e giudiziario"

La complessità del tema e la ricorrente connessione tra percorsi clinici e giudiziari impongono ai professionisti dell'area sanitaria competenze e modalità operative specialistiche tali da garantire un lavoro di valutazione e accertamento altamente qualificato. Telefono Arcobaleno, alla luce di una pluriennale esperienza nell'ambito della formazione sul tema dei maltrattamenti infantili organizza, a partire da dicembre 2012, giornate di studio rivolte ai medici di diverse regioni italiane potenzialmente coinvolti nella rilevazione e valutazione dei casi di sospetto abuso sessuale infantile: medici di base, pediatri, ginecologi, medici legali, medici di Pronto Soccorso. Le giornate di studio, registrate al Ministero della Salute secondo il programma ECM, sono finalizzate all'approfondimento di conoscenze teoriche e di modelli di intervento funzionali a una corretta gestione delle situazioni sospette o conclamate di abuso sessuale in danno di minori.

Image alt

16 maggio 2012: Convegno "La tutela dei minori: un dovere collettivo"

Organizzato dalla Caritas di Catania, con Telefono Arcobaleno e con il Rotary Club Catania Duomo. Sono intervenuti il dott. Prestipino, nuerospichiatra e giudice minorile, e la dott.ssa Daniela Corso, psicoterapeuta di Telefono Arcobaleno. Ampio dibattito con i numerosi insegnanti e operatori presenti al convegno.

Image alt

8 maggio 2011: "Naufragi" – Rappresentazione scenica de "I maledetti e gli innocenti"

Format di intervento di prevenzione dell'abuso sessuale infantile realizzato per la prima volta a maggio del 2011. Telefono Arcobaleno racconta l'abuso attraverso il linguaggio del teatro, quale strumento di sicura forza per parlare alla collettività di un tema complesso e difficile. Pensato e costruito per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della pedofilia, "Naufragi" è la rappresentazione scenica del romanzo"I maledetti e gli innocenti", firmato da F. Viviano e A. Ziniti, inviati del quotidiano "La Repubblica" già noti al grande pubblico per inchieste giornalistiche di grande spessore. Il romanzo è ispirato alla storia vera di un pedofilo che, attraverso il proprio diario, documenta gli abusi sessuali prima subiti e poi perpetrati nel corso di una vita. L'intervento, di forte impatto emotivo, prevede un dibattito finale sul tema attraverso cui gli psicoterapeuti di Telefono Arcobaleno stimolano la platea in un percorso di riflessione e contenimento delle emozioni

Image alt

20 novembre 2010: Convegno "Gli insegnanti di fronte all'abuso sull'infanzia" – Giornata mondiale sui diritti dell'infanzia

Convegno di presentazione della prima edizione della ricerca di Telefono Arcobaleno sulla conoscenza del fenomeno dell'abuso infantile da parte degli insegnanti delle scuole primarie e secondarie. I risultati della prima edizione della ricerca vengono presentati la prima volta in Sicilia, primo territorio oggetto del corposo studio, il 20 novembre 2010, in celebrazione della giornata internazionale dei diritti dell'infanzia. Gli eventi di presentazione dei risultati delle ricerche condotte nelle scuole vogliono essere un'occasione per sensibilizzare la popolazione degli insegnanti e la collettività in genere sul tema dell'abuso infantile e sull'importanza della segnalazione del sospetto abuso quale primo passo verso la protezione del minore.

Image alt

10 marzo 2010: "Le nuove frontiere dell'investigazione digitale: dal cibercrime all'image forensics" – lezione inaugurale del corso universitario di computer forensics

L'efficacia dell'azione di contrasto alla pedofilia sul web si scontra spesso con i problemi specifici posti dalla indagini telematiche, le quali richiedono alta professionalità tecnico-scientifica. Per favorire la formazione specialistica delle nuove professionalità legate all'informatica forense e all'attività di investigazione telematica in materia di pedopornografia Telefono Arcobaleno, nell'anno 2010, governa l'attivazione di un corso di formazione universitario in "Computer Forensics" presso la Facoltà del Corso di Laurea in Informatica dell'Università degli Studi di Catania. Con la partecipazione di più di cento iscritti fra studenti curriculari e studenti esterni – appartenenti per lo più alle Forze dell'Ordine - il 10 marzo 2010 viene dato avvio alla prima edizione del corso, cui sono seguite negli anni successivi la seconda, la terza e la quarta edizione. Il corso, frutto della partnership scientifica tra Telefono Arcobaleno, il gruppo di ricerca Image Processing Lab e l'Università degli Studi di Catania e Bologna, è il primo percorso formativo in materia rivolto sia a studenti, sia a professionisti dell'area investigativa e giudiziaria. Allo scopo di innovare le tecnologie per identificare le vittime della pedofilia on line, il corso approfondisce in modo particolare l'emergente settore dell'Image e Video Forensics.

Image alt

2 ottobre 2009: Convegno "La lotta al cybercrime e alla pedopornografia nello scenario italiano e internazionale. Verso le LINEE GUIDA DELLA COMPUTER FORENSICS"

Telefono Arcobaleno e I.I.S.F.A. (International Information System Forensics Association), nell'ambito di un convegno nazionale appositamente organizzato, nell'anno 2009 si fanno promotori di un progetto per la realizzazione delle "Linee Guida europee della computer forensics" e pongono le basi per la costituzione del Comitato Tecnico Scientifico Permanente sulla computer forensics per il contrasto al cybercrime e alla pedofilia sul web. Ad affrontare le molteplici sfaccettature legate ai crimini informatici e alla pedofilia on line sono i "pionieri" dell'era digitale: gli esperti a livello europeo che hanno ispirato le prime norme del mondo digitalizzato, gli investigatori che per primi hanno ideato e raffinato le prime tecniche investigative attorno alla prova digitale, i magistrati che hanno instradato i primi orientamenti giurisprudenziali, gli avvocati, i consulenti e i periti che hanno animato il diritto vivente, i docenti e i ricercatori che hanno dato vita alle prime cattedre universitarie in materia, le Organizzazioni non governative attive nelle diverse regioni europee sul tema della tutela dei diritti umani. In occasione del Convegno Telefono Arcobaleno entra in contatto inoltre con: U.N.I.C.R.I. (United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute); IP.Lab (Image Processing Lab) – ITALY; A.I.G.A. (Associazione Giovani Avvocati) – ITALY; Università Vita Salute San Raffaele di Milano– ITALY; A. P. A. V. (Associação Portuguesa de Apoio à Vítima) – Portugall; Deutsche Kinderhilfe – Germany; Fundatia Parada - Italy / Romania; Action innocence O.N.G. – France; Magistrati, accademici e investigatori delle Polizie telematiche di Francia, Germania, Romania, Finlandia, Austria, Malta, Cipro, Portogallo, Svizzera e Italia.

Image alt

8 luglio 2009: Meeting contro la pedofilia on line – Lugano

Meeting di sensibilizzazione sul tema della pedofilia on line e di presentazione dell'attività dell'International Observatory Against On Line Child Abuse And Sexual Exploitation di Telefono Arcobaleno realizzato l'8 luglio dell'anno 2009 a Lugano. Il già consolidato rapporto tra Telefono Arcobaleno e l'autorevole Cybercrime Coordination Unit Switzerland (CYCO) traccia la rotta per incontrare il territorio svizzero da vicino e stabilire preziose alleanze proprio a partire dal meeting del 2009. Nel 2012 nasce il Telefono Arcobaleno Svizzera.

Image alt

10 dicembre 2008: Telefono Arcobaleno coordina Tavola Rotonda con INTERPOL e polizie europee. "Fight against on line paedophilia" – meeting of European experts

Nella giornata del 60° anniversario della Dichiarazione Universale sui Diritti dell'Uomo Telefono Arcobaleno organizza una Tavola rotonda a porte chiuse con l'Interpol e le polizie europee, nonché con alcuni tra i maggiori esperti europei in materia di cyber crime e contrasto della pedofilia on line, in prevalenza del mondo accademico e investigativo. All'incontro prendono parte accademici e investigatori delle polizie di diversi paesi: INTERPOL, Child Protection Unit (LIONE); Swiss Federal Department of Justice and Police (SWITZERLAND); French National Unit fighting on line child abuse (FRANCE); Computer Forensics and Computer Crime Unit (AUSTRIA); Crime Unit Police Department (FINLAND); Malta Police General Headquarter, Computer Crimes Unit (MALTA); Cyprus Police, Cyber Crime Unit (CYPRUS); N.I.T. - Nucleo Investigativo Telematico (ITALY); I.I.S.F.A. (International Information System Forensics Association); Catania University, Image Processing Lab (ITALY); Bologna University Law (ITALY). Dalla giornata di studio, nasce l'esigenza di un confronto scientifico attorno alle reali proporzioni e caratteristiche della pedofilia on line, nonché quella di adottare un sistema univoco di quantificazione e analisi delle dinamiche pedofile on line.

Image alt

11 marzo 2008: "Giacere sotto la Rete?" Convegno presso la sala delle Colonne - Camera dei Deputati - Roma

Convegno sul tema del maltrattamento infantile attraverso le nuove tecnologie organizzato dalla Fondazione Movimento Bambino con il contributo scientifico di Telefono Arcobaleno e Unicef. All'evento, patrocinato dall'Ordine degli psicologi della Regione Lazio, sono intervenuti alcuni dei principali esperti in materia, appartenenti prevalentemente al settore scientifico, investigativo e del Privato sociale.

Image alt

13 febbraio 2008: Evento a Milano presso Assolombarda dal titolo "I Giovani Imprenditori di Assolombarda e Telefono Arcobaleno contro la pedofilia on line"

Il 13 febbraio 2008 Telefono Arcobaleno ha inaugurato il proprio Osservatorio internazionale sulla pedofilia on line a Milano, presso la sede di Assolombarda.L'Osservatorio nasce dalla consapevolezza che il fenomeno pedofilo in rete si definisce con elementi sempre nuovi e allarmanti sia in termini di comunicazione sia organizzativi, fino a determinare e sfruttare un vero e proprio tragico mercato sul web che non ha niente di virtuale e che a volte coinvolge aziende inconsapevoli in modo truffaldino. "I Giovani Imprenditori di Assolombarda supportano Telefono Arcobaleno in questa difficile battaglia", ha dichiarato Giorgio D'Amore, Presidente dei giovani imprenditori milanesi, "perché da sempre sono attenti ai temi legati alla responsabilità sociale d'impresa, che è un punto del nostro Statuto, e in particolare alle iniziative che riguardano la tutela dell'infanzia. Inoltre, il fenomeno della pedofilia sul web è un rischio anche per le aziende che possono venire coinvolte inconsapevolmente, cosa che provoca gravi danni operativi e d'immagine. Non sono, infatti, rari i casi di aziende note i cui loghi sono stati posizionati (all'insaputa delle stesse imprese) su siti web pedofili. "L'Osservatorio internazionale di Telefono Arcobaleno", ha sottolineato il Presidente Giovanni Arena, "vuole essere una lente di ingrandimento sulla gravità del fenomeno pedofilo, ma anche una rinnovata risposta al dilagare della pedofilia on line. Una risposta che implica necessariamente la compresenza di più attori istituzionali, del settore investigativo come del privato sociale, del mondo delle imprese e della comunicazione." L'Osservatorio svolgerà attività di monitoraggio, elaborazione e diffusione dei dati a livello planetario. Promuoverà la ricerca nonché lo studio dell'evoluzione, delle tendenze e delle dinamiche quantitative e qualitative del fenomeno e vigilerà costantemente su ogni decisione assunta dai governi e dagli organismi sovra-nazionali e su ogni azione intrapresa. Sensibilizzerà l'opinione pubblica verso lo sviluppo di una nuova coscienza universale che ponga al centro dei propri valori il rispetto dei diritti inviolabili del fanciullo.

Image alt

21-26 maggio 2007/ 3-8 giugno 2008: prima e seconda settimana della prevenzione dell'abuso all'infanzia – Milano

Con patrocinio del Ministero delle Politiche Sociali, del Ministero per i diritti e le pari opportunità, nonché con il patrocinio della Provincia e del Comune di Milano, Telefono Arcobaleno inaugura a Milano le prime settimane della prevenzione ed esporta nel capoluogo lombardo i suoi schemi di intervento volti a prevenire e a far emergere l'abuso infantile. Ogni giorno, per una settimana, incontra i genitori e gli insegnanti delle scuole primarie e secondarie del territorio milanese e li informa sul tema del riconoscimento delle diverse forme di abuso all'infanzia e sugli interventi di tutela da attivare in caso di sospetto maltrattamento.

Image alt

15 dicembre 2001 - Partita tra don Camilli e Pepponi contro la pedofilia

Giornalisti inviati di tutte le reti televisive e parlamentari in campo a Brescello per una partita di calcio per sostenere la battaglia di Telefono Arcobaleno contro la pedofilia. L'incontro, che si svolge nel paese di Don Camillo e Peppone, è stato presentato alla Camera dei Deputati dal presidente di Telefono Arcobaleno, che ha chiesto di approvare al più presto una legge contro la pedofilia e ha invitato i media a una maggiore attenzione verso i delitti che riguardano i bambini. A presentare la manifestazione anche il vicedirettore del Tg5 Lamberto Sposini. In campo, oltre a Enrico Mentana, Jimmy Ghione, Valerio Staffelli, Tricoli, Di Giannantonio, il ministro Ferri, il giocatore della nazionale Osio, gioca la partita con il ruolo di mediano, anche il vice presidente di Telefono Arcobaleno Giuseppe Artale, con un passato da calciatore.

Image alt

19 novembre 2001 - GINEVRA: Giornata Mondiale contro l'abuso sull'infanzia

Telefono Arcobaleno è tra i promotori della coalizione internazionale di 149 Organizzazioni non governative, provenienti da 60 diversi Paesi, riuniti a Ginevra il 19 novembre 2001 dapprima presso la sede ONU e poi presso il "Club Suisse de la presse", per riaffermare la dignità del fanciullo e la assoluta inviolabilità dei suoi diritti, attraverso il "World Day for Prevention of Child Abuse". Per la prima volta, nel 2001, in occasione di quell'evento internazionale a Ginevra, l'abuso sessuale e lo sfruttamento dei bambini vengono visti come un universale e complesso problema che sfida le analisi semplicistiche e le facili risposte dell'epoca, ma soprattutto richiama il tema della prevenzione degli abusi e quello della necessità di creare un cultura globale della prevenzione della pedofilia in tutto il mondo. Questo importante messaggio viene tradotto e rilanciato in moltissime lingue nazionali e locali, ma anche letto in molte scuole del pianeta.