Home Page Protezione e cura
Image alt

Protezione e cura per i bambini vittime di abuso e per le loro famiglie. Per garantire un futuro a chi ha avuto un passato avvilito dall'abuso.


L'abuso all'infanzia è la più grave violazione del diritto fondamentale alla vita e alla salute dell'individuo. È predittivo di percorsi evolutivi problematici e, spesso, di esiti psicopatologici nell'età adulta tali da compromettere seriamente la qualità della vita di chi ne è vittima. La vittimizzazione infantile è frequentemente una realtà intra-familiare e si declina quindi non soltanto e non solo in chiave di azioni o omissioni sporadiche, traumatiche o improvvise, ma piuttosto come una forma distorta di interazione adulto/minore stabile nel tempo; per tale ragione contrassegna l'esistenza delle vittime per anni, privandole delle più elementari opportunità di crescita e realizzazione personale. Il danno è tanto maggiore quanto più i necessari interventi di protezione e recupero del bambino nel suo contesto familiare e sociale sono ritardati o inadeguati. Molti dei bambini vittime di maltrattamenti di ogni genere non vengono intercettati o, nei casi in cui l'abuso emerge, non sempre gli interventi messi in atto in ambito socio-sanitario e giudiziario si configurano come interventi di reale tutela; troppo frequentemente, inoltre, la vittima viene privata di ogni forma di supporto alla conclusione del lungo iter giudiziario o al compimento della maggiore età. Poco o nulla si riesce a fare per il completo recupero psicologico e reinserimento sociale e lavorativo della vittima di abuso; scarso è inoltre il ricorso a interventi atti a valorizzare e potenziare le risorse sociali del suo contesto di vita, in primo luogo famiglia. Tutto ciò ignorando alcuni dei principi enunciati nelle Convenzioni internazionali a tutela dell'infanzia. Telefono Arcobaleno, dal 1996 a oggi, si batte per l'affermazione dell'assoluta priorità della protezione, del riadattamento psico-fisico e del reinserimento sociale di ogni fanciullo vittima di abuso. Con i suoi PROGRAMMI DI PRESA IN CARICO GLOBALE E A LUNGO TERMINE DI MINORI E FAMIGLIE opera per garantire protezione, cura e futuro alle vittime di abuso non adeguatamente protette e supportate attraverso i canali di tutela tradizionali e istituzionali. Offre ogni genere di assistenza sia alla vittima di abuso sia al suo contesto di vita, continuando spesso ad accompagnarla fino all'età adulta. In tutti i casi in cui Telefono Arcobaleno entra in contatto con situazioni in cui il contesto di vita del minore ( Famiglia - Scuola - Società ), o le stesse Istituzioni, non gli garantiscono una esistenza sana e concrete opportunità di integrazione sociale, Telefono Arcobaleno interviene mettendo in campo ogni utile intervento a presidio dei diritti naturali e dei bisogni evolutivi propri di ogni bambino.

I nostri risultati.


Sono 816 le famiglie e i minori in condizione di grave pregiudizio messi in sicurezza, protetti, curati e riabilitati a vivere in società, gran parte dei quali presi in carico da Telefono Arcobaleno da diversi anni e fino a oggi.

Il nostro modello di intervento.

Destinatari

I programmi di presa in carico sono dedicati alle famiglie che versano in condizioni di pregiudizio, ai bambini, agli adolescenti e ai giovani adulti con pregresse storie di maltrattamenti non adeguatamente protetti nell'ambito del loro contesto sociale e istituzionale. Nel dettaglio: bambini/adolescenti/giovani adulti, con storie pregresse di maltrattamenti, che vivono in famiglia; bambini o adolescenti, con storie pregresse di maltrattamenti, che vivono in comunità alloggio/case famiglia o che sono in uscita da comunità alloggio/case famiglia; giovani adulti, con pregresse storie di maltrattamenti, che vivono all'esterno del nucleo familiare e in condizioni di disagio psico-sociale/economico .

Finalità

Ogni programma di presa in carico di minori e famiglie è finalizzato a tutelare i diritti dei singoli destinatari degli interventi in sede giudiziaria, a riparare il danno subito, a favorire il raggiungimento dell'equilibrio psico-fisico e dell'autonomia, a facilitare l'integrazione familiare e sociale, a migliorare concretamente la qualità della vita e a potenziare la capacità di affrontare le sfide quotidiane affermandosi quali protagonisti attivi del proprio avvenire..

Presa in carico globale e a lungo termine

La linea di intervento in favore delle vittime di abuso e delle loro famiglie prevede una presa in carico integrata, sistemica e continuativa nel tempo, volta a impedire il perpetuarsi della situazione di pregiudizio e a garantire la protezione dalle sue conseguenze a lungo termine. Tale modello di intervento prevede la presa in carico legale, psicologica e socio-educativa a lungo termine sia della vittima di abuso sia degli adulti del suo contesto di vita familiare e sociale. In generale, i programmi di recupero e presa in carico, rivolti al singolo o all'intera famiglia, garantiscono il supporto psicologico/psicoterapico commisurato al danno subito, nonché misure diverse di sostegno e accompagnamento finalizzate a innescare processi di empowerment orientati all'affermazione del sé, all'acquisizione dell'autonomia e alla piena integrazione familiare e socio-lavorativa, nell'ottica di un'esistenza equilibrata, dignitosa e ricca di tutte le opportunità sottratte all'individuo dal maltrattamento..

Presa in carico mirata: progetti di vita individualizzati

I programmi di presa in carico vengono declinati secondo specifici progetti di vita individualizzati. Ogni progetto di vita individualizzato è un programma di recupero e presa in carico ad hoc, calibrato sugli specifici bisogni del singolo destinatario, della sua storia di vita e di contesto..

Presa in carico specialistica

Telefono Arcobaleno, con il suo staff altamente specializzato in tutte le materie che interessano le problematiche minorili, è in grado di attivarsi in tempi rapidissimi e di prendere in carico minori e famiglie, offrendo ogni genere di assistenza specialistica. Ogni progetto di vita individualizzato viene costruito e curato da un'equipe multidisciplinare composta da: psicologi psicoterapeuti, educatori, consulenti legali. L'equipe multidisciplinare lavora per realizzare una puntuale ed efficace integrazione degli interventi sociali, educativi, clinici e legali finalizzati a una reale tutela a breve e a lungo termine della vittima di abuso..

Gli interventi ad alta specializzazione di Telefono Arcobaleno

Assistenza legale alle vittime di abuso e alle loro famiglie per difendere i diritti inviolabili del fanciullo sia in sede stragiudiziale sia giudiziale. Interventi nell'ambito di percorsi giudiziari civili e penali che coinvolgono minori, giovani adulti o nuclei familiari da tutelare.
Il supporto psicologico o la psicoterapia individuale come azioni indispensabili alla riparazione del danno subito, alla cura e alla piena integrazione sociale. Lo psicologo psicoterapeuta che si occupa del percorso di recupero psicologico dello specifico beneficiario, è interlocutore privilegiato di tutti i professionisti dell'equipe multidisciplinare e propone l'attivazione di ogni utile intervento al benessere psico-fisico e relazionale del suo assistito. Lo psicoterapeuta, per la natura stessa del suo lavoro, si adopera per costruire il terreno fertile per l'attivazione di tutti gli altri interventi di presa in carico globale del beneficiario degli interventi.
Il supporto psicologico o la psicoterapia familiare per aiutare le famiglie a superare il trauma dell'abuso, a recuperare l'equilibrio familiare minacciato e ad affrontare l'eventuale percorso giudiziario. Il maltrattamento infantile extrafamiliare è un'esperienza traumatica non soltanto per la vittima, ma anche per l'intero "sistema famiglia", che si trova a dover gestire il difficile compito della rivelazione del maltrattamento e dell'iter giudiziario che ne consegue. Lo psicoterapeuta di riferimento, in relazione alle specifiche necessità, offre ogni utile supporto ai genitori, ai fratelli o all'intero nucleo familiare.

Interventi di supporto alle "famiglie maltrattanti" con residue potenzialità protettive per favorire la riparazione e il mantenimento delle relazioni familiari interrotte o disfunzionali. Quando possibile, il risanamento di relazioni vitali - seppur fonti originarie di disagio - può avere un valore terapeutico significativo per le vittime di maltrattamenti.
Interventi di supporto psico-educativo e socio-economico rivolti alle "familgie fragili" per potenziare le risorse protettive dei contesti familiari disfunzionali, in condizioni di indigenza socio-economica e non pienamente tutelanti. Telefono Arcobaleno attiva in loro favore percorsi di supporto alla genitorialità, interventi psico-educativi multidisciplinari in regime domiciliare, interventi volti a facilitare l'accesso ai Servizi socio-sanitari del territorio e programmi di inserimento lavorativo rivolti agli adulti del nucleo familiare. Ogni intervento viene offerto in una logica contraria a quella assistenzialistica ed è orientato piuttosto alla responsabilizzazione degli adulti non tutelanti, al potenziamento delle risorse individuali e al cambiamento delle dinamiche disfunzionali. Ogni misura di sostegno è progettata in modo tale da evitare l'innescarsi di meccanismi di dipendenza da supporti esterni o di svalutazione delle potenziali risorse familiari.

Misure di coaching sociale includono per favorire il benessere della persona all'interno della comunità. Il maltrattamento infantile incide in modo talmente profondo sulla personalità dell'individuo da essere frequentemente causa di un mancato accesso alla forme più elementari di partecipazione alla vita della comunità, determinando una condizione di isolamento sociale dalla quale la vittima difficilmente riesce a uscire da sola. L'abuso infantile, infatti, è un trauma che rompe l'equilibrio dell'individuo prima ancora che si strutturi la sua personalità e si definisca il suo progetto di vita, sottraendolo a tutte quelle opportunità di crescita individuale e di sviluppo di competenze relazionali necessarie a un pieno inserimento nella società. Telefono Arcobaleno attiva MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO ALL'UTILIZZO DELLE RISORSE TERRITORIALI IN AMBITO SANITARIO e SOCIALE, INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE UNA PIENA INTEGRAZIONE SOCIALE IN AMBITO SCOLASTICO e INTERVENTI VOLTI A FAVORIRE IL RAGGIUNGIMENTO DELL'AUTONOMIA (contesto abitativo indipendente e inserimento lavorativo).