Home Page "Gli insegnanti di fronte all'abuso"
Image alt

È disponibile in pdf la nuova ricerca di Telefono Arcobaleno su: "Gli insegnanti di fronte all'abuso".

Telefono Arcobaleno ha attivato un corposo lavoro di analisi del livello di percezione e conoscenza dell'abuso sull'infanzia nelle istituzioni scolastiche di diversi territori. La ricerca ha coinvolto migliaia di insegnanti di scuola materna, elementare e media attraverso l'utilizzo di un questionario di autovalutazione, somministrato su base volontaria. Per l'elevato numero di docenti coinvolti, per la vastità dei territori interessati e per l'oggetto della indagine, la ricerca presenta carattere di innovazione rispetto a tutte le altre ricerche in materia in ambito internazionale. Con il lavoro di ricerca, nella sua prima e seconda edizione, si è inteso non soltanto esplorare le variabili conoscitive, cognitive, emotive e comportamentali che possono condizionare la disponibilità dei docenti a intervenire a tutela dei minori nei casi di sospetto abuso, ma anche rilevare eventuali dissonanze tra la risposta degli insegnanti siciliani alla specifica tematica e quella dei colleghi di due regioni considerate all'avanguardia in ambito socio-educativo e sanitario: la Toscana e il Canton Ticino. In linea generale, dall'analisi comparativa ragionata dei risultati relativi ai tre ambiti territoriali, emergono alcune differenze relative alle conoscenze sull'argomento e alle strategie operative più frequentemente adottate dai docenti, mentre appaiono abbastanza omogenee le reazioni emotive connesse sia al tema in generale sia all'esperienza diretta di ipotetici maltrattamenti. L'analisi ragionata dei dati complessivamente rilevati dimostra inoltre come mirati interventi di formazione nelle Scuole di ogni area geografica possano incidere in modo significativo sulla protezione dei bambini vittime di abuso e siano quindi oltremodo necessari. Lo studio nasce infatti dalla convinzione che la protezione del bambino vittima di abuso sia possibile solo a partire da una tempestiva rilevazione dei segnali di disagio e da una corretta gestione delle situazioni sospette e che debba essere garantita sostenendo gli adulti del contesto di vita del minore nel loro difficile compito protettivo. In particolare, l'importanza del ruolo degli insegnanti deve essere non solo dichiarata ma anche riconosciuta concretamente attraverso l'offerta di percorsi di formazione e aggiornamento specifici sul tema che possano fornire ai docenti strumenti utili a intervenire efficacemente a protezione dei propri alunni. I risultati della ricerca hanno orientato e continuano a orientare la strutturazione dei nuovi format di intervento rivolti al corpo docente, calibrati sulle specifiche e reali esigenze dei destinatari.

È possibile scaricare la ricerca cliccando qui.